Diventare seo esperto da zero? [3 argomenti per farcela]

seo specialist digital marketing

Per diventare seo esperto come in tutte le professioni ci vuole molto impegno, studio, ricerca e approfondimento dei vari aspetti che lo compongono.

Un seo ha naturalmente a che fare con i motori di ricerca, deve capire in profondità e dettaglio i meccanismi che li regolano. Deve imparare a conoscere i segnali che influiscono e regolano gli algoritmi e quindi come vengono formati i risultati di ricerca.

Deve conoscere il mondo internet: dalle piattaforme di sviluppo dei siti ai social network, dalla user experience ai meccanismi di linking tra siti.

Oltre a tutto questo, dulcis in fundo, deve imparare ad usare un numero non indifferente di strumenti che gli permettono di: ricercare le parole chiave, capire come usarle, verificare come un sito é fatto e quali aspetti SEO non sono stati curati adeguatamente.

Deve quindi costantemente monitorare la posizione, l’andamento dei concorrenti e stare attento alle modifiche che vengono fatte dai motori di ricerca nei loro algoritmi.

Non volevo spaventarvi ma farvi capire che é una professione complessa, molto analitica, ma che ha anche un’alta dose di creatività e arte nell’applicarla.

Ma in fondo in fondo se dovessimo sinteticamente rispondere alla domanda “Come diventare seo esperto da Zero?”, come risponderemmo?

Diventare seo esperto, o seo specialist come più spesso viene chiamato chi si occupa di seo, a nostro giudizio servono le seguenti qualità: approfondita conoscenza del funzionamento dei motori di ricerca, imparare i fattori e gli elementi che influiscono sul risultato prodotto dagli algoritmi, non prendere per buono ciò che si trova in internet ma piuttosto sperimentarlo. Analizzare criticamente i dati degli esperimenti fatti, osservare e imparare dagli altri, meglio se dai migliori, conoscere molto bene Google e i suoi strumenti, conoscere l’html.

La SEO attualmente può essere divisa in categorie e sottocategorie

Onpage: Contenuti; Struttura della pagina;

Analisi della User Experience (UX): Custom Reports, Advanced Segments; 

Acquisizione, Comportamento, Risultato o conversione;

Offpage: Link Building, PR e Social Networks;

Ci sono moltissimi strumenti online che possono aiutare il SEO, ma possono anche confonderlo e farlo girare a vuoto. Approcciate servizi e strumenti seo con cautela e usateli solo ed esclusivamente se sono semplici, vi portano via pochissimo tempo una volta che sono a regime e vi fanno effettivamente risparmiare tempo.

Vi consiglio di mantenere un diario di ciò che apprendete e di avere tenacia e persistenza in tutte le varie attività. Più studierete e soprattutto sperimenterete, più vicini sarete a diventare seo esperto.

Qual’è il miglior approccio per diventare seo esperto

Diciamo che per diventare seo esperto, sono necessarie molte delle qualità che servono per padroneggiare qualsiasi altra disciplina.

Se vuoi diventare un maestro di Karate dovrai conoscere la cultura, i termini, la storia ed alcuni dei grandi maestri del passato. Dovrai anche conoscere i migliori esponenti di quella disciplina nel presente, per seguirli, capire i loro punti di forza e le loro debolezze.

Soprattutto dovrai applicarti molto, allenare i fondamentali e allenarti con degli avversari sempre più forti per imparare da loro e testare le tue capacità.

Tutto questo, nella seo si applica pari pari. 

Dovrai conoscere i termini generali: SEO, SEM, SERP, etc. per questo puoi farti aiutare dal nostro articolo Definizione ottimizzazione SEO e differenze tra gli acronimi. Dovrai conoscere l’evoluzione della seo dalla nascita di Internet, i vari algoritmi, quali sono gli esponenti più importanti che fanno SEO, in Italia e all’estero. Conoscere le società che sviluppano i motori di ricerca e i loro responsabili per capire quando sta per cambiare qualcosa.

Migliori SEO Italiani;

Migliori SEO esteri;

Più importanti figure SEO e Ottimizzazione motori di ricerca online

Ti suggeriamo di non prendere assolutamente tutto quello che trovi scritto in giro come oro colato. 

Valuta in base alla tua crescente esperienza ciò che potrebbe funzionare e ciò che invece già in partenza non potrà avere successo. Quindi testa ciò che potrebbe funzionare avendo sempre un occhio analitico e tenendo monitorate le variabili che ti permettono di valutare.

Stringi relazioni con gli altri Esperti SEO

Molto importante é seguire i più importanti esponenti SEO sui loro blog, nei forum, fare commenti e domande. Così potrai carpire quanti più segreti, tecniche ed esperienze imparando da loro. 

Cerca di creare una tua comunità seo con persone che stimi e che possono insegnarti e a cui potrai tu stesso insegnare. Cerca di interagire con loro regolarmente via chat e sui forum per tenerti aggiornato e discutere criticamente gli argomenti.

Conosci i motori di ricerca e come funzionano

Siccome i motori di ricerca hanno molti algoritmi e prendono in considerazioni moltissimi fattori, la cosa migliore da fare per diventare seo specialist è conoscere come i motori di ricerca funzionano.

In questo modo potrai identificare gli interventi, i miglioramenti o i problemi da sistemare sul sito, l’eCommerce, il portale o blog che vuoi migliorare a livello seo.

Dovrai anche imparare una piattaforma internet come WordPress, Joomla, Drupal o altre. Focalizzarti su una piattaforma ti aiuterà a non disperdere troppo le energie, non puoi conoscerle bene tutte.

Questa conoscenza é fondamentale per poter capire gli elementi SEO e come modificarli nella piattaforma. Inoltre conoscendola potrai renderti conto dove quella piattaforma é carente a livello di seo e migliorarla.

5 consigli su come approcciare la seo da zero

  • Se non lo sai già devi imparare l’html. Questo é la lingua del web e quindi non potrai analizzare una pagina per capire dove e come é ottimizzata, se non conosci dove guardare e cosa significano i tag.
  • Impara a osservare in ogni sito che navighi, e soprattutto a riconoscere nei migliori, i titoli, i meta tag e come sono ottimizzati per il posizionamento. Puoi farlo per le grosse multinazionali, che investono è hanno molte persone che preparano minuziosamente questi contenuti.
  • Registra il tuo blog sui vari strumenti di google: Analytics, Search Console per tenere monitorato il sito e impara a usarli continuando a provare le varie funzionalità
  • Utilizza anche gli strumenti di Google come Keyword Planner (dentro google analytics), Google trends e Google alerts per capire come si muove l’argomento del sito o blog che stai analizzando
  • I link in internet sono molto importanti, perché costruiscono relazioni tra siti diversi ma che hanno punti in comune. Per questo motivo abituati ad analizzarli, a capirne le caratteristiche fondamentali. Per esempio dovresti sapere da dove arrivano i link verso un sito, con che frequenza quel link porta visitatori sul sito target, e con quale anchor text (ovvero cosa c’è scritto nel testo su cui si clicca per arrivare al sito target). In questo modo potrai capire il flusso del traffico verso il sito target e quali concetti e parole chiave lo generano inducendo i visitatori a seguire quel link.
  • All’inizio questa fase di studio porterà molta confusione. Penserai “ma come li hanno scritto che funziona questo mentre là dicono di no!”. Man mano che farai esperienza questi pensieri prenderanno forma e verranno avvalorati dalle esperienze fatte nel tuo blog finché avrai tu stesso la risposta. Cerca sempre di appuntare, formalizzare in schemi, liste etc. quello che credi di aver capito. Questo ti aiuterà a formare la tua professionalità da SEO.

Esperimenti per diventare seo esperto, da dove cominciare?

Il milgior consiglio che posso darti per crescere cone esperto seo é di creare un blog su un argomento di cui sei appassionato. In questo modo imparerai a conoscere la piattaforma che hai scelto, dovrai scrivere regolarmente, dovrai monitorare i singoli post a livello di analytics e capire come migliorarne il posizionamento seo.

Inizialmente osserva e concentrati su poche aree della seo. Famigliarizza con queste e cerca di imparare il più possibile finchè non ti senti a tuo agio e ti muovi bene riuscendo a ottenere qualche risultato.

Qui di seguito faccio un rapido riepilogo delle aree principali su cui puoi soffermarti inizialmente:

  • Onpage – Attività che puoi svolgere direttamente sul tuo blog modificando elementi delle pagine;
    • Content – Contenuti del tuo blog: articoli, pagine, testi, immagini, video etc.
    • Mechanics – Struttura del tuo sito o blog: codici, tags, piattaforma, site map, categorie, menù etc.
    • UX Analytics – Analisi dell’interfaccia utente e di come gli utilizzatori del sito navigano
      • Report personalizzati – per capire nel dettaglio il comportamento dei navigatori
      • Segmentazione avanzata, o Advanced Segments – capire le caratteristiche demografiche dei visitatori
    • Acquisizione – come i visitatori arrivano sul blog o sito, da quali altri siti, link, attività di marketing
    • Comportamento – come navigano il mio sito. Quanto ci stanno, quanti articoli leggono, quali pagine preferiscono;
    • Risultati – come converte il traffico di visitatori, su quali pagine e a quali stimoli risponde.
  • Offpage – ovvero quali interventi, canali etc. che non stanno sul mio sito posso far in modo che rimandino ad esso
    • Link Building – far in modo che più siti possibili e generalmente meglio se correlati, linkino al mio sito
    • PR e Social Networks – capire e far in modo che da altre piattaforme come i social, altre persone interessate all’argomento del mio sito ne parlino e riferiscano a me.

Servono Corsi, Guide, Tutorial per diventare SEO esperto?

Nella rete potrete trovare molti contenuti sulla seo e su come diventare esperto seo. Chiaramente, con il sovraccarico di contenuti che abbiamo oggi, non é facile scegliere quella giusta.

Vi consigliamo le seguenti guide per principianti visto che state iniziando da zero:

Un ultimo consiglio sulle guide che vi possiamo dare é quello di preparare una scaletta di argomenti che volete affrontare in ordine di priorità ed associare ad ognuno la guida che pensate sia migliore. Questo vi aiuterà a non perdervi e a non saltare di argomento in argomento facendo molta confusione e perdendo la direzione.

Conclusione

Anche io come voi sto imparando la SEO, voglio diventare esperto seo ed ho già raggiunto un certo punto del mio cammino. Ciò non significa chiaramente che sia arrivato alla meta e che non possa imparare concetti, metodi, strategie nuove da chiunque.

Vi chiedo quindi di interagire commentando qui sotto, chiedermi qualsiasi cosa vi venga in mente o su cui abbiate un dubbio. Potrei sapervi rispondere o potrebbe diventare un buon argomento da discutere insieme condividendo le nostre opinioni.

Quindi vi chiedo e prego di … commentare, commentare, commentare.

Potremmo anche arrivare a scrivere un articolo insieme su alcuni argomenti, imparandoli e testandoli per farlo.

Buono studio a tutti!

Posizione Google locale di un sito cos’è e come si verifica?

posizione google locale

Seo, la posizione google locale è l’argomento che cercherò di spiegare in questo articolo dando anche qualche consiglio su come poterla migliorare.

L’ottimizzazione seo é un argomento molto affascinante e ne abbiamo scritto nell’articolo precedente riguardante la definizione di SEO e i suoi acronimi . Qui volgiamo focalizzarci su come verificare la posizione del nostro sito sui motori di ricerca. In particolare come controllare la posizione google locale. Questa posizione é importante, a livello seo, per molte aziende che hanno un raggio di attività ristretto ad un area geografica come quella di un comune, una provincia o una regione.

Quindi nella Seo, la posizione google locale di un sito cos’è e come si verifica?

Si può verificare la posizione del proprio sito o di specifiche pagine usando uno strumento di verifica della posizione anche detto, in inglese, rank checker. Ci sono infatti dei software e dei siti che permettono: inserendo la parola chiave, il dominio o la pagina da verificare; di controllare e dirvi in che posizione si trovano in quel momento nei motori di ricerca. Questo viene generalmente fatto in particolare per Google. Chiaramente questa verifica sarà globale e riferita alla lingua della parola chiave indicata. Per renderla una verifica locale dovrete farla nella lingua usata nella zona in cui volete controllare. Dovrete inoltre avere l’accortezza di inserire anche un riferimento locale nella parola chiave. Potete inserire per esempio una regione, una provincia o anche un comune per verificare se in quella area geografica il vostro sito viene trovato e in quale posizione.

Cos’è nella seo la posizione google locale

Parliamo di posizionamento SEO locale

Parliamo di posizionamento SEO locale quando prendiamo in considerazione l’ottimizzazione del posizionamento nei motori di ricerca specificamente in un’area geografica ben contraddistinta. Lo scopo della SEO per il posizionamento locale è quello di ottenere una serp (cioè una search engine ranking page) migliore possibile in quella zona ben precisa.

Come abbiamo anticipato le parole chiave per cui inizieremo i nostri contenuti i meta tags, i titoli e i testi, dovranno essere nella lingua della zona di riferimento. Altro aspetto molto importante è l’aggiunta nelle parole chiave, e quindi anche nel testo, di un aggettivo locale che indichi il comune, la provincia, o una regione a cui ci si riferisce per venir trovati in base a questa zona nei risultati di ricerca (SERP) proposti dai motori di ricerca.

ESEMPIO DI POSIZIONE GOOGLE LOCALE

Se cerco “villa di lusso in vendita” la SERP conterrà, ordinate per ranking, tutti i risultati indicizzati da Google di ville in vendita presumibilmente in Italia, visto che la frase di ricerca é espressa in italiano.

Cercando invece “villa di lusso in vendita a Milano”, il motore di ricerca mi proporrà nelle prime posizioni solo quelle che sono state ottimizzate e contengono anche la parola Milano nel loro titolo, testo, contenuto o meta tag.

Ma Google si basa sulla posizione geografica dell’utente per rispondermi?

È anche vero che da qualche tempo Google si basa sulla posizione geografica dell’utente che ricerca, per generare le pagine dei risultati. Ciò avviene infatti anche per ricerche di parole chiave generiche. Significa quindi che, a meno che tu stia utilizzando il browser in incognito, se cerchi “villa di lusso in vendita” Google cercherà di proporti come risultato, le ville di lusso in vendita più vicine alla località da cui ti stai connettendo.

Chiaramente se stai cercando “ville di lusso in vendita” in una città diversa, dalla tua posizione attuale, il risultato proposto sarà errato e dovrai specificare dove la stai cercando, ritornando nel caso descritto in precedenza.

Comunque dal punto di vista dell’ottimizzazione seo è sicuramente valido e indispensabile dare nei testi e nelle pagine del proprio sito una o più indicazioni geografiche. Queste indicheranno ai visitatori e ai motori di ricerca  la posizione geografica per poter far fornire al motore di ricerca un risultato più specifico e in assoluto migliore.

Come verificare la posizione google locale seo del tuo sito per una parola chiave

Per verificare la posizione google locale del tuo sito, o anche negli altri motori di ricerca puoi usare un rank checker ovvero un verificatore di posizione.

Ci sono vari rank checker online, c’è ne sono di gratuiti, che lavorano sui risultati di alcuni motori di ricerca e non di altri. C’è ne sono che visualizzano insiemi di dati più o meno ampi. Diciamo che per iniziare ho fatto un po’ di ricerche e ho trovato alcuni rank checker gratis che possono andare bene per tenere controllato il posizionamento SERP di piccoli siti con poche pagine.

Ecco l’elenco dei rank checker gratis

Ci sono ovviamente strumenti più sofisticati, a pagamento, che danno funzionalità aggiuntive rispetto a queste gratuite che sono importanti ma basilari.

Ecco un elenco di rank checker a pagamento

Qui trovi quelli che abbiamo trovato interessanti:

I prezzi si aggirano tra i 4-10 $ e i 99 $ al mese chiaramente andiamo da servizi migliori rispetto a quelli gratuiti, con un interfaccia più semplice e funzionalità aggiuntive.

MozPro é quello più professionale e quindi il suo prezzo é abbastanza elevato.

Come google my business può aiutarti nel posizionamento locale seo

Google My Business é una tra le tante funzionalità di google che permette di registrare la tua attività e visualizzare le informazioni di base per presentarla online.

Che la tua sia una attività commerciale, una azienda o una attività di servizi é importante presentarla al meglio anche online. Inoltre, dato che Google é il motore di ricerca più utilizzato oggi, é chiaro che farà solo bene al tuo posizionamento fornirgli più informazioni possibili per farti risaltare.

Suggerisco di registrarsi e completare per quanto più possibile le informazioni richieste da Google per la tua pagina Google My Business.

Potrai infatti visualizzare i dati relativi alle mappe ed è fondamentale che contenga informazioni sempre aggiornate.

Google My Business propone anche i video!

Ti basterà registrarti, creare la tua pagina aziendale, inserire una breve descrizione, logo e foto. Se hai già pronto un video che presenta in maniera accattivante i tuoi prodotti o servizi al pubblico, caricalo, avrai più possibilità di attrarre clienti.

Ricordati ti tenere sempre aggiornate le informazioni del tuo profilo My Business per esempio nel caso in cui cambiassi sede o varino numeri di telefono, indirizzi email o internet.

Meta tag, dati strutturati e pagine prodotto/servizio ottimizzate per la ricerca locale

C’è chi dice che i meta tag non vengano più considerati da Google per capire di cosa parla un sito o una pagina e a cosa si riferisce il suo contenuto.

Non siamo d’accordo con questa affermazione anche se effettivamente crediamo che non vengano più usati come prima.

Google vuole migliorare l’esperienza dei suoi clienti e cioè le persone che ogni giorno lo usano per cercare qualsiasi cosa. Questo é il suo vantaggio competitivo e cercherà sempre di essere e rimanere davanti agli altri motori di ricerca.

Per fare ciò, visto che i meta tag, il titolo della pagina e gli altri tag, vengono da lui stesso utilizzati per proporre i risultati ai suoi visitatori, non può ignorarli! Semplicemente li sta usando in modo differente rispetto a prima.

Oggi Google guarda a come un titolo, una meta descrizione etc. vengono valutati da un visitatore che sceglie quel contenuto per andare a leggerlo.

Più ai visitatori piace un titolo o una descrizione, più la cliccano e più Google gli dà valore, perché sta rispondendo meglio di altri al test finale del cliente.

Per la seo e per ottimizzare la posizione google locale delle tue pagine, ti consigliamo di utilizzare tutti questi meta dati e aggiungere anche ad essi la keyword locale che contraddistingue la zona per cui vuoi essere trovato.

Abbi solo l’accortezza di non duplicare questi dati su più pagine altrimenti darai un indicazione discordante a Google che penserà di trovare lo stesso contenuto in due posizioni del tuo sito.

E i dati strutturati servono?

I dati strutturati, o rich snippet, sono dei tag aggiuntivi che i motori di ricerca come google, bing e yahoo hanno introdotto per capire meglio quali fossero i dati importanti in una pagina e poter visualizzare queste informazioni nelle loro pagine.

Semplificando molto vogliamo dirvi che: se sapete farlo o riuscite a farvi aiutare per usare dei plugin WordPress che includano i rich snippet, ciò vi aiuterà.

Questa soluzione può far emergere le vostre pagine rispetto agli altri contenuti e quindi scalare posizioni nei motori di ricerca.

Semplice esempio di rich snippet applicato alla posizione google locale

Un esempio molto semplice di dato strutturato, nel contesto locale di cui stiamo parlando, é quello del codice di avviamento postale o codice NAP. Aggiungendo questo dato in maniera strutturata, farai sapere ai motori di ricerca dove ti trovi, aiutando loro e i visitatori a trovare proprio quello che stanno cercando.

Come faccio a capire se i dati strutturati vengono visti?

Ci sono vari strumenti che possono aiutarti per verificare se e come sono stati implementati i dati strutturati sul tuo sito. Qui ti proponiamo Schema Scanner come esempio ma ne potrai ricercare altri su internet se questo non ti piace.

Schema Scanner

Assicurati che il tuo sito contenga sempre delle pagine in cui descrivi i prodotti e/o i servizi che offri ottimizzate a livello locale.

Se, ad esempio, se sei una agenzia immobiliare nel tuo sito dovrai inserire delle pagine dove spieghi tutti i servizi che offri:

  • appartamenti + città
  • ville + città
  • servizi immobiliari + città

Conclusione

Speriamo che la nostra spiegazione della posizione google locale sia stata semplice e chiara. Nel caso non lo fosse stata ti chiediamo di lasciare un commento qui sotto per chiarirla meglio o modificare l’articolo. Ti abbiamo data anche qualche consiglio su come migliorare la tua posizione locale nei risultati dei motori di ricerca. Speriamo ti sia utile per migliorare la posizione google locale del tuo sito. Se hai dubbi contattaci e saremo molto contenti di poterti aiutare.